AIIC – un'associazione professionale aperta e rappresentativa

Non tutti gli interpreti di conferenza sono membri dell'AIIC. Le ragioni per non farne parte sono probabilmente altrettanto varie di quelle per aderirivi. Comunque noi, in quanto membri, riteniamo che riunire le forze in un'associazione mondiale di interpreti di conferenza permanenti e freelance (indipendenti) presenti diversi vantaggi e sia un'idea da prendere seriamente in considerazione. Qui esponiamo il nostro punto di vista.

Che cos'è l'AIIC ?

L'Associazione internazionale degli interpreti di conferenza– conosciuta con l'acronimo AIIC – è stata fondata nel 1953, quando l'interpretazione di conferenza era ancora una professione nascente. Oggi l'associazione ha più di 2900 membri in oltre 100 paesi e dispone di una segreteria permanente a Ginevra. Chiedendo di diventare membri dell'AIIC, i candidati si impegnano a rispettare il Codice deontologico e le Norme professionali dell'associazione, che sono alla base del nostro sforzo collettivo di promuovere la professionalità e la qualità.

La nostra professione è internazionale per definizione: il suo esercizio supera le frontiere dei singoli paesi e quindi ci sembra logico che gli interpreti siano direttamente organiszati in una singola associazione internazionale invece che farlo attraverso una confederazione di tante associazioni nazionali. Le sedi delle conferenze non sono scelte in funzione dei luoghi dove si trovano gli interpreti, perciò nel nostro caso è l'offerta che segue la domanda e non viceversa. L'AIIC è presente in tutto il mondo: i suoi membri sono organiszati in regioni secondo il loro luogo di residenza. Ma la qualità di membro dell'AIIC è legata alla persona dell'interprete ed è mantenuta anche quando questi cambia paese di residenza o si stabilisce in un'altra regione.

Inoltre, l'AIIC è anche organiszata per settori. Il settore degli Accordi collettivi con le istituzioni raccoglie gli interpreti che lavorano per le principali organiszazioni internazionali, con le quali da molti anni l'AIIC negozia accordi collettivi. Il settore del Mercato privato ha la funzione di un forum di incontro degli interpreti freelance e interpreti organiszatori (o reclutatori) che lavorano per una varietà di clienti non istituzionali. E c'è anche il Comitato degli interpreti permanenti, che raccoglie tutti i membri che sono funzionari di organismi nazionali o internazionali.

Principi e norme dell'AIIC

L'AIIC sa bene che la qualità dell'interpretazione non dipende solamente dalla competenza del singolo interprete. Le condizioni di lavoro, lo spirito di collaborazione tra colleghi in una professione nella quale non si lavora quasi mai da soli, e la qualità degli impianti di interpretazione simultanea in un campo che spesso dipende dalla tecnologia, sono alcuni dei fattori che determinano la prestazione degli interpreti. Questi aspetti acquistano particolare importanza per l'esercizio della professione sul lungo periodo: in fin dei conti anche gli interpreti, come gli altri professionisti, aspirano ad avere una carriera lunga e produttiva.

Come già detto, il Codice deontologico e le Norme professionali dell'AIIC sono l'espressione del concetto che noi abbiamo dell'interpretazione: un'attività produttiva, di qualità, da esercitare per tutta la vita. Gli accordi collettivi negoziati con le principali organiszazioni internazionali, che si applicano a tutti gli interpreti e non solo ai membri dell'AIIC, sono fondati su queste norme generali, oltre che su altri aspetti specifici per ogni istituzione.

I gruppi e progetti dell'AIIC hanno come scopo il progresso della professione, partendo dai miglioramenti già acquisiti, attraverso:

Molti membri dell'AIIC sono allo stesso tempo anche interpreti organiszatori che reclutano e compongono le équipes di interpreti per i clienti. E' un ruolo che richiede esperienza, buon senso, capacità relazionali e capacità commerciali, nonché una solida conoscenza degli aspetti legali e tecnici. L'AIIC fornisce tutte le informazioni che possono essere utili ai suoi membri che svolgono questa attività.

Perché è importante essere membro dell'AIIC

In assenza di riconoscimenti formali della nostra professione, l'AIIC è divenuto il principale punto di riferimento per le norme tecniche e le condizioni di lavoro necessarie per garantire la qualità, tutelare la salute degli interpreti e formare le future generazioni di colleghi. L'obiettivo è di assicurare il miglior servizio possibile ai nostri clienti ed affermare condizioni di esercizio della professione che permettano agli interpreti di condurre una riuscita attività professionale per tutta la loro vita.

A chiunque abbia lavorato abbastanza a lungo come interprete, sarà capitato di trovarsi in situazioni difficili. Anche se è ovviamente sempre difficile rifiutare offerte di lavoro, accettare troppi compromessi sulle condizioni di lavoro può danneggiarci a lungo termine. E' opportuno essere consapevoli delle possibili "trappole", cercando di evitare o prevenire situazioni molto sgradevoli quali:

  • trovarsi da soli in cabina senza un collega che possa aiutarci o darci il cambio;
  • essere spinti ad interpretare da o verso lingue che non fanno parte della propria combinazione linguistica;
  • trovarsi in una cabina priva di buon isolamento acustico, oppure addirittura senza una cabina;
  • essere costretti a lavorare davanti ad una parete con un unico monitor per cinque cabine;
  • non avere un tecnico in sala che si occupi della qualità dell'impianto di sonorizzazione.

Purtroppo la lista dei problemi possibili non finisce qui, e spesso l'unico modo di evitarli è prevenirli. Questo ci riporta all'AIIC: il suo scopo è quello di cercare di prevenire queste trappole definendo norme e direttive adeguate e condividendo informazioni sulle migliori pratiche con tutte le parti interessate del settore congressuale.

Come si diventa membro dell'AIIC ?

L'affiliazione all'AIIC comporta un impegno nei confronti della professione che hai scelto di esercitare e ti rende parte di un gruppo di colleghi in grado di agire solidalmente. Dovunque tu viva, ci sono interpreti AIIC nelle vicinanze. In molti casi, i membri dell'AIIC di una regione mantengono rapporti con le altre organiszazioni rappresentative degli interpreti a livello nazionale. Probabilmente avrai già conosciuto colleghi che sono membri dell'AIIC.

L'adesione all'AIIC si basa sull'esame della candidatura da parte di un organo collegiale attraverso un sistema di sponsorizzazione di colleghi. I requisiti per l'adesione e il modulo di candidatura si trovano online sul sito dell'AIIC. Puoi anche consultare la guida per i candidati: Applying to AIIC: a Primer, dove si trovano esempi pratici e consigli vari.

Argomenti correlati:

Non esitare a metterti in contatto con noi: saremo lieti di ricevere i tuoi commenti e di rispondere alle tue domande!


Recommended citation format:
VEGA Network. "AIIC – un'associazione professionale aperta e rappresentativa". aiic.net January 25, 2005. Accessed December 18, 2017. <http://aiic.net/p/2703>.



Message board

Comments 1

The most recent comments are on top

Andre Shikongo

   

I live in namibia, I have registered a business. we want to have a group of freelance & consultant interpreters.. still getting it off the ground though. how will being a member of AIIC benefit me or any advice you have for me?

Total likes: 0 0 | 0